CALENDARIO DELLE COLTURE

ottobre 2020
12345678910111213141516171819202122232425262728293031
MMGVSDLMMGVSDLMMGVSDLMMGVSDLMMG
                            
0123456789101112
LMMGVSDLMMGVS
            
13141516171819202122232425
DLMMGVSDLMMGV
            
262728293031
SDLMMG
     

Il calo delle temperature e del numero di ore di luce riduce notevolmente l’attività dell’orto. Con la riduzione delle ore di luce, il flusso della linfa comincia gradualmente a rallentare fino a interrompersi e le piante vanno incontro al “sonno” biologico, dove l’attività fisiologica si riduce gradualmente. Le irrigazioni diventano meno frequenti, fino a cessare. Per assicurarsi una produzione invernale, ma soprattutto per la stagione che verrà, i lavori da svolgere sono ancora numerosi.

LAVORI DA FARE

Preparare il terreno: Come nel mese precedente, man mano che una coltura esaurisce il proprio ciclo è necessario provvedere alla rimozione della vegetazione e alla pulizia e vangatura/zappettatura del terreno o dell’aiuola. Se è necessario, durante la vangatura o la zappettatura, può essere utile interrare letame o compost utilizzando quantità pari a 2-3 kg/m2. Se la lavorazione avviene in questo mese saranno poi gli agenti atmosferici (acqua, gelo, disgelo) a sminuzzare le zolle più grosse, rendendo il suolo friabile per l’annata che verrà.

COSA SI TRAPIANTA

Trapiantare aglio, cicoria (varietà da cespo), cipolla.

COSA SI RACCOGLIE

Basilico, brassicaceae (varietà precoci estivoautunnali), cavolo di Bruxelles, carota, cicoria, fagiolo e fagiolino, finocchio, lattuga, melanzana, peperone, pomodoro, porro, prezzemolo, radicchio, ravanello, rucola, sedano, spinacio, zucca, zucchino

INTERVENTI FITOSANITARI

Brassicacee: trattare con Azadiractina o Bacillus turingensis nell’eventualità in cui si manifestino le forme giovanili di cavolaia (Pieris brassicae) e nottua (Mamestra brassicae); trattare con piretro nell’eventualità in cui si manifestino le altiche (Phyllotretaspp.) e l’afide ceroso (Brevicoryne brassicae); Cucurbitacee: trattare con zolfo alla comparsa dei primi sintomi contro il Mal bianco (Erysiphe spp., Podosphaera spp. ecc) Lattughe: contro le limacce distribuire lungo i bordi dell’orto cenere o calce; Pomodoro: trattare con Sali di rame (ossicloruro, poltiglia bordolese, solfato di rame) nell’eventualità in cui si manifesti la peronospora (Phytophtora infestans); questi composti sono efficaci anche contro l’alternariosi (Alternaria solani); Porro: per tutto il mese trattare con Azadiractina o Bacillus turingensis nell’eventualità in cui si manifesti la larva della mosca del porro (Napomyza gymnostoma)