CIPOLLA

Cucumis sativus – Famiglia Cucurbitaceae

TRAPIANTO

Il trapianto è il metodo più classico per la coltivazione del cetriolo; solitamente si trapianta a file, fatte con la zappetta, nel periodo fra aprile e maggio. Il terreno va lavorato in autunno, o all’uscita dall’inverno; se si segue il sistema conigliato, con prose di coltivazione permanenti (strisce di terreno larghe 70 cm, rialzate rispetto ai camminamenti di 10-20 cm, su cui si andrà a coltivare), si lavora solo la parte dedicata alle colture. Le lavorazioni si possono effettuare con la zappetta; possono essere superficiali, di 15-20 cm. La temperatura ottimale di crescita è tra i 18 e i 28 °C; a una temperatura inferiore ai 5 °C, la pianta patisce.

SEMINA

Il cetriolo può essere anche seminato (stesso periodo del trapianto); è necessario, in questo caso, creare delle piccole buche lungo una fila, tracciate con la zappetta; ogni buca deve essere profonda 1-2 cm e bisogna distribuirvi i semi in una quantità di circa 0,3-0,5 g per mq. Quando le piantine saranno alte circa 5-10 cm bisognerà diradarle, cioè eliminare le piantine in eccesso per evitare che tra piantine vicine ci sia competizione per la luce e per l’acqua, rischiando di non far sviluppare l’ortaggio. Il cetriolo ha un ciclo vegetativo, dalla semina alla raccolta, di 1-2 mesi.

CRESCITA

Per venir bene, i cetrioli hanno bisogno di un impianto A5 e manichetta 1.

Il cetriolo è una pianta rampicante, quindi come tutte le piante definite tali, necessita di un sostegno, in modo che la pianta, sfruttandolo, riesca a dare la massima produzione. È bene utilizzare dei pali in bambù simili a quelli utilizzati per il peperone.
Una volta colti i cetrioli, è possibile alternarli con piante che appartengono alla famiglia delle leguminose (fagiolini, piselli, ecc.,); meglio evitare invece di ripiantare di nuovo altre cucurbitacee.

In generale le distanze dell’impianto possono permettere di coltivare altre specie orticole, per esempio:

  • l’insalata e la valerianella che potranno trovarsi o in fase di crescita o potranno essere seminate/trapiantate in contemporanea al cetriolo

La consociazione è ottima con la calendula, il nasturzio, il basilico, la maggiorana.

La raccolta può andare avanti fino a quando la pianta dissecca a fine estate.

NOTE

Il cetriolo ha un elevato contenuto di acqua e un basso valore energetico. È apprezzato per le caratteristiche dissetanti, rinfrescanti, depuranti e dietetiche.